Pin It

Web Radio

Il giornalino scolastico su yradio.it.
CITIZEN JOURNALISM – “Mezzaghero 2.0”
Gli studenti di 3’ dell’IC di Bellusco-Mezzago hanno realizzato la prima versione in versione radiofonica sul web
Il 29 maggio presentazione del lavoro svolto presso la Biblioteca di Mezzago

La serata di presentazione
Il 29 maggio alle ore 21.00, nell’ambito della kermesse “AUTORI A KM ZERO” organizzata dall’amministrazione comunale di Mezzago sarà presentato il laboratorio di giornalismo in versione multimediale proposto dagli educatori di Coop Aeris presso la scuola secondaria di primo grado di Mezzago.

Per chi volesse visionare il lavoro giornalistico degli studenti prima della serata sarà possibile collegandosi al sito www.yradio.itGli studenti della 3B saranno quindi i protagonisti dell’apertura della serata, infatti grazie alla loro testimonianza e un video sarà presentato al pubblico una sintesi del lavoro svolto in classe.

Il progetto Educativo
Oggi le enormi potenzialità fornite dalle nuove tecnologie consentono una forte interattività tra produttori e fruitori di informazioni, tanto da poter trasformare i secondi in primi, l'attività giornalistica si è aperta al contributo di tutti i cittadini, dando vita al citizen journalism (in italiano, giornalismo partecipativo). Questo tipo di giornalismo non professionale, in realtà, è da sempre praticato nelle scuole che hanno ideato e realizzato periodici di istituto, coinvolgendo in prima persona gli studenti.

Il lavoro di redazione per la produzione di un radio giornale in streaming crediamo sia un valido supporto alla pratica didattica per il consolidamento delle competenze di base della lingua italiana e fornisce stimoli per approfondire i contenuti di tutte le altre discipline.

La scrittura su Web, inoltre, è più immediata, diretta, esercita alla sintesi efficace: ogni post occupa una schermata, occorre dire l’essenziale usando la valenza connotativa dei termini. Questo è lo stile di comunicazione “veloce” a cui i giovani sono abituati fin da piccoli (prima con gli spot pubblicitari, poi con gli sms).

I giovani, inoltre, vogliono far sentire la loro voce, parlare dei loro problemi con autorevolezza al mondo degli adulti e a quello dei loro pari. C’è, anche, in ciò, un certo narcisismo, ma canalizzarlo dentro questa forma di comunicazione serve ad allontanare la violenza verbale e fisica e gli atteggiamenti di intolleranza. La scrittura, infatti, è un viaggio di scoperta, che permette di staccarsi dall’esperienza per esaminarla; ci induce a esplorare le situazioni da altri punti di vista, a formare delle opinioni, a risolvere problemi, a comunicare intuizioni, a mettere a confronto idee, in una parola a crescere.