Pin It

Gli elettori che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all'estero, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, quale modificata dalla legge 6 maggio 2015, n. 52).

Chi intende  partecipare al voto dovrà far pervenire al Comune d'iscrizione nelle liste elettorali, entro dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali (con possibilità di revoca entro lo stesso termine), l'opzione di voto all'estero, mediante apposita modulistica di seguito allegata.