Pin It

L’Assemblea dei Sindaci del Parco del Rio Vallone riunitasi il 04/07/2016 ha nominato il suo nuovo Presidente, nella persona di Giorgio Monti, Sindaco pro-tempore del comune di Mezzago.

Il nuovo Presidente Monti “Ringrazio i colleghi Sindaci per la nomina, avvenuta in un clima disteso e nel rispetto del principio di rotazione fra Sindaci per la Presidenza. Ringrazio chi mi ha preceduto l’Ing. Silvano Brambilla, decaduto dalla carica in quanto non più Sindaco di Cambiago, il quale lascia un Ente in ottima salute, con un bilancio solido e con molte prospettive per il futuro” prosegue il neo Presidente “Ovviamente conosco molto bene il Parco e i suoi componenti, non avrò alcun problema a coordinarmi con il Presidente Consiglio di Amministrazione Andrea Pirovano e con gli Uffici, di cui apprezzo l’operato”.

Durante l’Assemblea non sono mancati stimoli per il nuovo Presidente “Innanzitutto abbiamo davanti la grande sfida dell’unificazione dei Parchi del Vimercatese, in cui tutti i Sindaci si sono detti d’accordo e per la quale già sono stati avviati gli atti formali; dopo la pausa estiva andrà affrontato l’argomento in maniera decisa per chiudere la partita entro l’anno.” Ancora il Presidente Monti “Molti Sindaci hanno evidenziato come un problema sempre più sentito sia la gestione delle acque meteoriche, soprattutto nelle aree agricole; un argomento che dovrà vedere il Parco in prima fila affianco a Enti e Istituzioni che si occupano della tematica. Un ruolo importante che il Parco può rivestire perché è un soggetto sovracomunale in grado di trasformare il problema acqua in una grande risorsa ambientale, come già ha dimostrato di saper fare, ad esempio con la realizzazione di aree umide”.

Durante la stessa Assemblea i Sindaci hanno approvato il Rendiconto di gestione 2015, come oramai consolidato il bilancio dell’Ente si attesta sopra i 600.000 euro, di cui circa il 25% è garantito dalle quote consortili dei consorziati e la restante parte è coperto da finanziamenti a progetti che il Parco sviluppa e per i quali ottiene finanziamenti esterni.

Il Presidente Monti “Il Parco vive sicuramente grazie alla volontà politica e economica dei nostri Comuni, giova ricordare che da oltre 10 anni la Regione e le Provincie hanno smesso di contribuire economicamente alla vita del Parco, al nostro così come a tutti i PLIS regionali. Solo la capacità progettuale dell’Ente ha permesso lo sviluppo di progetti complessi e in grado di attrarre finanziamenti da Fondazioni Bancarie. Ma anche questo diventa ogni anno più difficile, da qui la necessità di unirsi con gli altri parchi del Vimercatese, per fare massa critica territoriale, per sviluppare progetti importanti e per contenere i costi fissi della struttura” ancora “una sfida che dovremo affrontare sarà di cercare di attrarre finanziamenti privati, attraverso una politica attiva di foundraising”.

Come consuetudine, e obbligo di legge, il Rendiconto nei prossimi giorni verrà pubblicato sul sito del Parco.