Pin It

Giorgio Monti

Nelle scorse settimane alcuni fatti hanno colpito e scosso la nostra comunità. Si tratta di episodi che, indipendentemente da quale sarà il seguito giudiziario, devono farci riflettere. Occorre ragionare senza farsi coinvolgere dalla facilità dell’opinionismo e dello schierarsi a mo’ di tifoseria; occorre interrogarci su come quotidianamente viviamo il rapporto con gli altri, su come intendiamo i nostri ruoli e la nostra partecipazione alla vita collettiva; occorre ricercare principi, basi e obiettivi condivisi della nostra comunità.

Una comunità deve condividere un bagaglio di valori che la guidino, una “cassetta degli attrezzi” da usare ogni qualvolta c’è bisogno di manutenzioni e innovazione. In questa cassetta dobbiamo aver chiaro il ruolo che la nostra comunità riveste nei confronti di ogni cittadino: un luogo e uno strumento di convivenza civile, di educazione al rispetto reciproco, di crescita collettiva e di potenziamento delle capacità dei singoli.

Ecco che allora da cittadino, prima che da Sindaco, credo nella nonviolenza come condizione necessaria alla vita della nostra comunità. Tanti cittadini sulla scia degli episodi hanno voluto comunicarmi la stessa necessità e urgenza di fare fronte comune e aggregarci attorno a questo principio fondamentale. Non si tratta di schierarsi a favore dell’ una o dell’altra parte rispetto agli episodi accaduti, non si tratta di dividersi tra ragioni, torti, motivazioni e quanto un “dibattito” purtroppo sempre più virtuale semplifica e riduce.

Abbiamo bisogno di assumere con forza una posizione contraria ad ogni tipo di violenza, dobbiamo farlo per tutti noi, per preservare il nostro vivere comune e garantire, specialmente ai più giovani, un futuro migliore.

Il Vostro Sindaco
Giorgio Monti