Pin It

Regolamento per il benessere degli animali: strumento per la convivenza civile e pacifica

Rispetto per il benessere degli animali e miglior convivenza con la collettività umana, tra i cardini educativi del progetto.

Gli animali hanno un peso sempre più importante nella società e nella nostra vita. Si calcola che quasi la metà delle famiglie di Mezzago viva con un animale. Ciononostante la convivenza non è sempre facile.

L'Amministrazione comunale crede nella necessità di adottare tutti gli strumenti di tutela e rispetto verso gli animali. Essi rappresentano, nella società umana, una vera e propria “categoria debole” incapaci di difendersi da maltrattamenti e ingiustizie, ma possono e devono essere considerati cittadini aggiuntivi della nostra realtà: lo sono dal punto di vista della sensibilità comune così come lo sono anche dal punto di vista normativo.

Questo Regolamento propone in modo sistematico tutte le buone regole per la gestione degli animali domestici e non. Intende offrire a cittadini e operatori della sicurezza pubblica alcuni strumenti utili in materia di protezione degli animali e per una migliore convivenza con la collettività umana. Fornisce, infatti, utili supporti per difendere i nostri amici animali e per pretendere rispetto a favore di chi convive con loro, li nutre e li aiuta.

Del resto, l’evoluzione della nostra società e la crescente attenzione verso gli animali non sfuggono a nessuno, proponendo spunti di riflessione anche ai padri nobili del nostro paese, come Norberto Bobbio, che nel saggio “Destra e Sinistra” ha scritto: “e che dire del nuovo atteggiamento verso gli animali?
Dibattiti sempre più frequenti ed estesi, riguardanti la liceità della caccia, la protezione delle specie animali diventate sempre più rare, il vegeterianesimo, i limiti della vivisezione, che cosa rappresentano se non avvisaglie di una possibile estensione del principio di uguaglianza al di là addirittura dei confini del genere umano, un’estensione fondata sulla consapevolezza che gli animali sono uguali a noi uomini per lo meno nella capacità di soffrire? Si capisce che per cogliere il senso di questo grandioso movimento storico, occorre alzare la testa dalle schermaglie quotidiane e guardare più in alto e più lontano".

Le battaglie per il riconoscimento dei diritti degli animali non sono più ignorabili o restringibili a fenomeni di folklore: esse rappresentano una realtà viva ed è compito degli Amministratori e della politica farsi carico di dare risposte credibili e concrete a queste istanze.

Il Regolamento che abbiamo voluto realizzare ha questo preciso scopo: concretizzare la speranza di una cittadina migliore dove convivano, in pace, tutti gli esseri viventi. Perché come ha scritto Gandhi, “la grandezza di una nazione il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”L’augurio è che questo Regolamento possa fornire un minuscolo contributo a tale progresso morale.

Il Regolamento comunale per il benessere degli animali predisposto sulla base delle linee guida promulgate dalla Provincia di Milano, è stato approvato in Consiglio Comunale il 30 gennaio 2007 e presentato alla cittadinanza nel corso di una assemblea pubblica, che si è svolta venerdì 9 febbraio 2007 presso la sala consiliare del Municipio.

A rilevare lo spirito del testo, non solo repressivo ma soprattutto educativo, oltre al Sindaco ed al consigliere Anna Cantoni che ha curato il progetto, erano presenti Edgar Meyer, responsabile dell’Ufficio Diritti Animali (UDA) della Provincia di Milano, e Giorgio Riva, Presidente della sezione di Monza e Brianza dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali). 
Meyer si è congratulato con il Comune di Mezzago per essere stato uno dei primi a adottare il Regolamento, parlando poi del ruolo della Provincia. La nascita degli uffici per i diritti degli animali, è solo uno dei fatti che mostra l'accresciuta sensibilità verso queste problematiche.

Il responsabile ENPA ha inoltre evidenziato come il regolamento serve anche per evitare piccoli conflitti, garantendo una miglior convivenza sia con gli animali sia con le famiglie senza animali, complimentandosi con Mezzago che, pur essendo un piccolo comune, è stato uno dei primi in Brianza a voler regolare il rapporto tra animali ed uomini, augurando che altri comuni ne seguano presto l'esempio.

Invitiamo tutti, anche chi non ha un animale in casa, a leggere il testo del regolamento e la presentazione cliccando sui link qui sotto.

Separatore Allegati