Ambiente, Territorio e Sostenibilità

Nuovo step per il progetto sperimentale sulla raccolta degli oli alimentari esausti

La pubblicazione della guida online, scaricabile dal sito www.riciclalolio.it é utile a tutti i cittadini che desiderano sapere perché e in che modo avviare la raccolta differenziata dell’olio alimentare usato.

Nuova piattaforma ecologica di via XXV Aprile.

Un traguardo importante per l’amministrazione comunale, per CEM Ambiente e per tutti i cittadini di Mezzago che possono ora disporre a pieno titolo di un servizio essenziale per una corretta e efficace gestione dei rifiuti.

Bimbi e campi di asparago rosa

"Il territorio è il prodotto di lunga durata di processi di civilizzazione e di domesticazione della natura che si sono susseguiti nel tempo trasformando il medesimo ambiente fisico in un evento culturale (il paesaggio urbano e rurale) attraverso relazioni coevolutive fra insediamento antropico e ambiente.
Quando si parla di sostenibilità come insieme di risorse da trasmettere alle generazioni future, parliamo innanzitutto del patrimonio territoriale che ereditiamo da millenni di processi di territorializzazione."

Nel documento in allegato le nuove disposizioni per l'accesso alla piattaforma ecologica differenziate per utenze domestiche e non domestiche mediante CRS/CEM Card.
In allegato anche l'informativa riguardo il trattamento dei dati personali.
Per ulteriori informazioni fare riferimento all'Ufficio Ecologia del Comune o al numero verde di CEM Ambiente 800342266.

Acqua senza Macchia - progetto recupero olio alimentare esausto

Sta per prendere il via a Mezzago ed in altri due comuni dell’est vimercatese (Vimercate e Bellusco ) il progetto “Acqua senza macchia” finalizzato alla raccolta differenziata dell’olio alimentare usato esausto.

Allegati:
Scarica questo file (Volantino.pdf)Volantino.pdf1481 kB

CENSIMENTO MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO LEGGE REGIONALE 17/2003 E SUCCESSIVA MODIFICA ( L.R. n° 14 del 31/07/2012)

I proprietari di edifici, impianti o luoghi nei quali vi è la presenza di amianto o di materiali contenenti amianto devono provvedere (se non già effettuato) al censimento dei manufatti compilando il modulo NA/1 (in allegato) previsto dal PRAL (Piano Regionale Amianto Lombardia) che dovrà essere inviato alla ASL competente. (ASL Monza e Brianza - U.O. Igiene e Sanità Pubblica - Via Roma 85 - 20865 Usmate - Velate)

Dal 1 febbraio 2013 la mancata comunicazione all’ASL comporterà una sanzione amministrativa da € 100 e € 1.500 e l'esclusione da eventuali contributi.