Pin It

Infografica Relamping resized
Proprio in questi giorni, in concomitanza con la giornata del risparmio energetico sostenuta dalla campagna M'illumino di Meno, stanno per concludersi i lavori di riqualificazione e adeguamento tecnologico degli impianti di illuminazione degli edifici comunali (relamping). L'intervento ha comportato la sostituzione di tutti i corpi illuminanti di biblioteca, palestra, vecchio plesso della scuola primaria, scuola secondaria, mensa scolastica e del municipio.

In tutti gli edifici interessati è stato installato un efficiente sistema di illuminazione basato sulla tecnologia LED, in grado di gestire, tramite sensori di presenza e luminosità, lo spegnimento automatico delle luci e di ottimizzare il flusso luminoso in base al contributo di luce naturale proveniente dalle finestre.

L'intervento è parte del più ampio progetto di efficientamento energetico degli edifici pubblici comunali "6 Comuni efficienti e sostenibili" che ha consentito di giungere all'affidamento pluriennale della gestione energetica degli edifici pubblici comunali e della relativa manutenzione, ad una società di servizio energetici (Bosch Italia) selezionata a seguito di uno specifico bando di gara. La società, che opera secondo la formula del Contratto di Prestazione Energetica (EPC) e del Finanziamento Tramite Terzi (FTT), si fa carico della progettazione e realizzazione delle opere di riqualificazione energetica, consistenti nella sostituzione delle centrali termiche, l'installazione di pannelli fotovoltaici, la sostituzione degli apparecchi illuminanti, l'applicazione del cosiddetto "cappotto", a fronte del pagamento di un canone annule basato sulla spesa energetica consolidata e proporzionale al livello di risparmio conseguito.

Un meccanismo virtuoso che stimola la società aggiudicatrice ad attuare soluzioni sempre più efficienti e migliori economie di gestione per rientrare dagli investimenti nel più breve tempo possibile e generare il proprio margine di profitto. Per contro il Comune raggiunge gli obiettivi prefissati, in termini di risparmio, efficienza energetica ed economica ed accresce il valore patrimoniale degli edifici e degli impianti riqualificati.

Un passo decisivo verso il raggiugimento degli obiettivi fissati dal Piano di Azione per l'Energia Sostenibile approvato nel 2012 dopo l'adesione al Patto dei Sindaci